Skip to main content
Global Product Line Director

Tre passaggi per pianificare il ciclo di vita dei prodotti

Settembre 7, 2015
Planning ahead

Il ciclo di vita dei prodotti Cisco include 4 tappe importanti,  ovvero fine della vita utile, fine delle vendite, fine del nuovo servizio e data di fine assistenza.  Conoscere la fase in cui si trova l'apparecchiatura Cisco ed essere in grado di pianificarla è fondamentale per ridurre al minimo il rischio di downtime e massimizzare il risparmio sui costi.  Ma non è il caso di allarmarsi: dopo l'annuncio della fine della vita utile di un prodotto avete ancora 5 anni di tempo e molte opzioni tra cui scegliere. La pianificazione costituisce tuttavia il fattore più critico per la gestione del ciclo di vita dei prodotti.

PASSAGGIO 1:  Per pianificare il processo, partite dalla data dell'annuncio di fine vita. Dovete decidere cosa fare con le apparecchiature della vostra rete a mano a mano che si avvicinano le 3 tappe successive. Pensate di affidarvi a un servizio di manutenzione di terze parti oppure preferite rivedere e aggiornare l'infrastruttura di rete?  L'acquisto di un'apparecchiatura ormai a fine vita deve essere valutato con estrema attenzione, a meno che non abbiate già previsto di ricorrere a un servizio di manutenzione esterna o non pensiate di utilizzarla solo per un breve periodo di tempo.

PASSAGGIO 2:  Dopo un periodo che varia da circa 6 mesi a un anno dall'annuncio di fine vita, il prodotto passa alla fase di fine vendita, ovvero non può più essere acquistato da Cisco.  In questa fase dovete scegliere se aggiornare la rete o acquistare le apparecchiature da terze parti. Dovete anche valutare se il percorso di aggiornamento suggerito da Cisco sarà compatibile con i prodotti già esistenti nella rete.  Ad esempio, Cisco non vende più le schede VWIC2 e suggerisce di effettuare l'aggiornamento alle schede VWIC3, che sono compatibili solo con i router ISR G2.

PASSAGGIO 3:  Dopo la data di fine del nuovo servizio non potrete più acquistare nuovi contratti di supporto per i prodotti Cisco.  Se non disponete di un contratto di assistenza, dovete scegliere se ricorrere a un servizio di supporto esterno, eseguire l'aggiornamento e rimanere vincolati all'OEM o rinunciare completamente all'assistenza.  Se invece i componenti hardware sono coperti da un contratto di assistenza, a partire da questa data avete in genere un anno di tempo per scegliere se effettuare il rinnovo.

Ricordate che alcuni componenti hardware impongono il supporto Cisco. Ad esempio, alcuni prodotti Cisco (come SUP1 per gli switch Nexus 7000) offrono avanzate funzionalità su licenza che, in caso di guasto o errore, possono essere ripristinate esclusivamente con un intervento diretto dell'OEM.  In questo scenario la manutenzione dell'OEM è essenziale, pertanto è consigliabile vendere il modulo Sup1 e acquistare un modulo Sup2, al termine del contratto di manutenzione.  I moduli Sup2 costituiscono la generazione corrente e non sono ancora giunti alla fine della vita utile.  Infine, esistono alcune caratteristiche firewall di nuova generazione, come IPS, per cui è consigliabile sottoscrivere un contratto di abbonamento con l'OEM,  per ottenere regolarmente gli aggiornamenti delle firme, che contengono i più recenti schemi di attacco noti.

Viceversa, i router e gli switch con IP IOS di base, i prodotti non strettamente legati al software (come schede di linea, chassis e alimentatori) e i prodotti meno recenti che non richiedono aggiornamenti software dell'OEM, sono in genere ottimi candidati per la manutenzione esterna.  Questa categoria include ad esempio le schede di linea sup720 e 67XX (WS-X6716-10G, 6724-SFP, VS-S720-10G-3C e 6704-10GE), così come i router ISR G2 serie Cisco19XX, Cisco29XX e Cisco39XX.

In sostanza, dovete pianificare quali apparecchiature aggiornare e decidere se ricorrere al supporto dell'OEM o rivolgervi a un provider esterno.  Basta un po' di pianificazione per ridurre notevolmente i costi, minimizzare i downtime e, soprattutto, evitare gli attacchi di panico.

Per ulteriori informazioni sul ciclo di vita dei prodotti Cisco, visitate questa pagina dedicata alla fine della vita utile.

Share this article