Skip to main content

Come vengono gestiti i problemi di contraffazione da Curvature?

Sebbene ancora presente, in particolar modo per i marchi più diffusi come Cisco, negli ultimi anni il fenomeno della contraffazione ha registrato una diminuzione. Negli anni 2001-2002 il problema della contraffazione era particolarmente presente sul mercato, ma grazie agli sforzi dei produttori, delle forze dell'ordine e dei rivenditori del mercato secondario, la vendita di questi prodotti è diminuita in maniera significativa. Attualmente gli articoli contraffatti più comuni sono i moduli meno costosi come le schede PIX e i GBIC. Per contrastare la presenza di prodotti falsificati, Curvature ha creato un programma di lotta alla contraffazione chiamato CAP (Counterfeit Abatement Program). La rigorosa metodologia del CAP prevede l'identificazione dei prodotti sospetti, la messa in quarantena per l'esecuzione di indagini dettagliate, la documentazione dell'evoluzione delle tecniche di contraffazione e la gestione da parte dei tecnici qualificati di Curvature di una knowledge base di portata globale al fine di garantire l'autenticità dei prodotti e la loro conformità alle specifiche di fabbrica. Curvature fornisce inoltre il proprio contributo alla lotta alla contraffazione a livello di settore, nelle vesti di membro fondatore dell'UNEDA (Used Networking Equipment Dealer Association). Uno degli obiettivi dell'associazione consiste nel fare in modo che le pratiche di rilevamento dei prodotti contraffatti siano condivise dagli oltre 300 membri. La sensibilizzazione dei rivenditori e dei clienti nei confronti della contraffazione è il modo più efficace per contrastare il problema.