Salta al contenuto principale
Solutions Architect
Date: Diciembre 12, 2016

7 suggerimenti per la sicurezza dei dati critici aziendali durante le emergenze

7 suggerimenti per la sicurezza dei dati critici aziendali durante le emergenze

Come professionista IT, il tuo compito è assicurare l’operatività della tua azienda e la protezione dei suoi dati critici. Se la fortuna assiste, non ti capiterà di dover fronteggiare interruzioni dovute a calamità naturali. Se tuttavia ti ritrovassi a dover intervenire in una situazione di grave emergenza, ecco qualche consiglio per aiutarti a proteggere al meglio i dati critici di business.   

  1. Generatori locali installati: accertati che siano riforniti e operativi. Ti sembrerà strano, ma spesso quando i tecnici Curvature Network visitano i data center trovano i generatori non funzionanti. Verifica subito la situazione.
  2. UPS e backup delle batterie: accertati che tutti i gruppi di continuità in uso abbiano le batterie funzionanti.  Non vorrai aspettare un terremoto per accorgerti magari che l’UPS di supporto dell’intero data center opera a capacità dimezzata perché un modulo batteria è offline.
  3. Verifica i tuoi backup: accertati che i backup siano eseguiti correttamente. Una volta i backup convalidati, sposta i dati in una sede esterna. Se possibile al di fuori dell’area interessata dal disastro.
  4. Trasferisci i dati: se ci sono più data center geograficamente separati, inizia a trasferire preventivamente dati e workload verso aree più sicure. Se ad esempio usi VMware, per semplificare il processo, usa un tool come vMotion.
  5. Simula un fail over: verifica che il failover e le altre funzionalità per l’alta disponibilità di tutti i sistemi IT funzionino come previsto. Il consiglio migliore è di simulare un failover di sera tardi, oppure durante un periodo di scarso traffico.
  6. Accertati che vi sia un piano di risposta alle emergenze: in caso si verifichi un disastro, per garantire la continuità del business, sarà necessario svolgere rapidamente una grossa quantità di lavoro.  Disponendo di un piano di risposta documentato, ognuno sarà a conoscenza del suo ruolo e delle sue responsabilità nel processo di gestione e ripristino. 
  7. Disporre di una soluzione di monitoraggio e risposta robusta: usa Curvature Network Monitoring and Asset Management System, parte della nostra offerta di servizi professionali di gestione. Quando il sistema rileva un problema, Curvature provvede ad identificare e risolvere prontamente gli errori delle risorse di rete, fornendo supporto proattivo e reattivo. Il servizio di risposta agli incidenti comprende: isolamento e diagnosi dei problemi, il loro rilevamento e stato, l’analisi di quelli ricorrenti e i protocolli di ripristino e coordinamento delle operazioni di riparazione.

Le catastrofi naturali possono gettare il data center o l’ufficio nel caos, causando problemi di alimentazione, fughe o, nel peggiore dei casi, la perdita dei dati. Per assistervi anche in circostanze come queste, il team di ingegneri Curvature è specificamente addestrato a proteggere l’infrastruttura IT dei clienti, per garantire il regolare svolgimento delle operazioni aziendali durante e dopo ogni tipo di evento: uragani, terremoti, alluvioni o tempeste di neve.

Scopri di più sulle soluzioni Curvature per la rete e il data center visitando: https://www.curvature.com/networking-and-data-center-solutions

Se hai trovato interessante questo post, ti suggeriamo anche: https://www.curvature.com/DisasterRecovery  

Questions? Comments?

Talk to our team of expert engineers, product managers, and technicians by emailing us at experts@curvature.com

Share this